Basket mercato, Bologna sognare si può!

Un sogno chiamato Nba. La prossima settimana l’assessore allo Sport, Matteo Lepore, volerà a Londra per incontrare i rappresentanti europei della lega di pallacanestro più famosa del mondo. Meglio tenere i piedi per terra, comunque. Le possibilità di vedere stelle del calibro di LeBron James o Stephen Currycalpestare i parquet di casa nostra al momento sono pari a zero. Ma sarà un faccia a faccia importante per conoscersi e buttare giù ipotesi di lavoro insieme. Poi, in futuro, si vedrà: in fondo, Bologna è pur sempre Basket City e se le due squadre cittadine sono lontane dai fasti di un tempo, il nome della città è presentissimo nei radar a stelle e strisce, non fosse altro per la presenza oltre oceano di Ettore Messina e Marco Belinelli. Il vertice è fissato per giovedì e venerdì prossimo.

“Sarà un incontro esplorativo, abbiamo questa possibilità e non vogliamo certo lasciarcela scappare – spiega Lepore –. Illustreremo all’Nba il nostro progetto di museo del basket al Paladozza e cercheremo di capire insieme se Bologna può ambire a ospitare uno dei tanti eventi che loro organizzano in giro per l’Europa”. Le ipotesi più probabili convergono su alcuni tornei e camp per ragazzi in età da liceo che l’Nba utilizza per permettere a scout e osservatori di andare a caccia di talenti nascosti e promettenti. 

Per altre iniziative, invece, i costi lieviterebbero di molto e per ora il Comune si mantiene molto prudente. Quanto al museo del basket, già qualche giorno fa, durante la presentazione del concorso di idee per la sua realizzazione all’interno dei locali del Paladozza, Lepore aveva spiegato che ci sarà sicuramente una parte dedicata al basket americano e, dunque, l’incontro sarà anche l’occasione per parlare dei diritti legati agli eventuali contenuti che saranno ospitati nell’esposizione permanente. 

Il dialogo, comunque, promette bene. I rappresentanti Nba, infatti, hanno già fatto sapere di non disdegnare affatto l’idea di fare un giro in città: l’appuntamento potrebbe concretizzarsi già quest’estate, con tanto di tour ‘turistico’ tra i luoghi che hanno fatto grande il basket a Bologna. Insomma, l’intenzione del Comune la prossima settimana a Londra è quella di seminare buoni propositi nella speranza di poter raccogliere qualche frutto già nei prossimi mesi, quando la città e tutto il territorio della provincia saranno ‘invasi’ da avvenimenti sportivi di portata internazionale: su tutti le Final Four di Coppa Italia di volley maschile a Casalecchio il 9-10 febbraio, la partenza del Giro d’Italia, con cronometro inaugurale verso San Luca, e gli Europei Under 21 che vedranno il Dall’Ara ospitare 4 match, di cui due dell’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.